Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

giovedì 16 novembre 2017

La stella alpina dei Cidulars

Trovare un itinerario adatto a Gabriele non è sempre facile.
E' così, quando Barbara mi racconta di un post visto su Facebook, che parla di una bella stella alpina posta sul belvedere del monte Vas, decidiamo di afferrare l'idea e andare a dare un occhiata di persona.

martedì 31 ottobre 2017

Somp Selve

La Val Venzonassa è silenziosa mentre imbocchiamo il sentiero che ci porterà verso la chiesetta di Sant Antonio Abate. Da lì saliremo alla Cresta Cavallo, già salita assieme a Barbara tempo fa. 
Il cielo sopra di noi è leggermente velato, il sole si fa largo di tanto in tanto, illuminando la via e rallegrando gli animi. Sarà una ripida salita, cerchiamo di prenderla con calma.


sabato 28 ottobre 2017

Piramide Col dei Bos

Salendo al Falzarego dalla Val Badia il termometro è poco sopra lo zero. La valle è ancora immersa nella luce blu del mattino, intrisa di quel che resta della notte. 
Un leggero brivido scorre a fior di pelle, aspettando di uscire al sole, per venir rincuorati dal sole che abbraccia già le pareti ed i boschi. 
L'aria si colora di una luce tiepida e uscire dall'auto è farsi avvolgere da un tepore inaspettato.
Salendo ai ruderi del vecchio ospedale sotto la Torre Piccola il sole si fa sentire in maniera irruenta, la pelle scotta e la fronte s'imperla di sudore.


martedì 24 ottobre 2017

Torre Grande di Falzarego

Salendo verso il passo Falzarego le tinte forti dei larici riscaldano il cuore, mentre un azzurro prepotente evidenzia il profilo delle crode che ancora profumano d'estate.
Il parcheggio brulica di persone, senza fretta prepariamo il materiale necessario. Leggiamo da lontano la parete. Dopo tanto tempo sto per accarezzare nuovamente quella roccia. Un esilio voluto, che viene cancellato dal desiderio di riscoprire angoli di pietra un tempo conosciuta e amata.
Si sale lievemente tra larici e abeti, tra forti contrasti di colore che spiazzano l'occhio per la loro intensità.