Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

lunedì 22 giugno 2020

Pala Verde di Val di Collina

Era una cima senza nome: gliene abbiamo dato uno noi, dopo averla salita.
Da tempo mi "chiamava", facendosi notare, quando da Timau salivo al Passo di Monte Croce Carnico. Verde d'estate, bianca d'inverno, la sua forma allungata spiccava solitaria sopra le Placche di Val di Collina e ogni volta la guardavo, promettendole un giorno di salirla. 



domenica 14 giugno 2020

Ritorno al Cuel de la Bareta

Nel novembre 2008 percorrevo con Luca e Indy il bellissimo e selvaggio tracciato del sentiero CAI 620 da Patocco al Cuel de la Bareta. Percorso rimastomi impresso per l'alternanza degli ambienti percorsi, per la solitudine, per le atmosfere che quel giorno ci circondavano. 
Una meta dove volevo tornare e che Barbara aveva messo nella sua lista: ottima occasione per l'uscita di questo sabato!



domenica 24 maggio 2020

Sul Cuel di Lanis, tredici anni dopo

Correva l'anno 2007 quando, per recuperare Luca e Andrea che percorrevano l'Alta Via Cai Gemona, io e Nicholas salivamo al Cuel di Lanis. Il pargolo maggiore, allora aveva la stessa età di Gabriele, 11 anni e, tra varie soste e innumerevoli brontolamenti, riuscimmo a raggiungere l'agognata vetta e a riportare Luca e Andrea a recuperare l'auto a Gemona.

martedì 19 maggio 2020

Solitario Porgeit

Monti discosti, sconosciuti, offuscati da cime più belle e famose.
Monti ripidi, non serviti da sentieri curati, ma da vecchie mulattiere che vanno a perdersi, su ampi e erti prati.