Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

sabato 15 settembre 2018

Quindici anni dopo... da Sella Bieliga a Forcella Cuel Tarond

Correva l'anno 2003 e io e Silvia ci eravamo conosciute da poco. Fu lei a portarmi in montagna la prima volta in pieno inverno!!! Il 13 dicembre, dopo una lunga risalita verso Sella Bieliga, provenienti da Bagni di Lusnizza, ci avventurammo sul primo tratto del sentiero Battaglione Gemona coperto da una spolverata di neve, dirette a forcella Cuel Tarond. Ci fermammo poco oltre il ponte con il bellissimo fregio: il cavo penzolante nel canalone non lasciava dubbi... di lì non si passava più...

giovedì 6 settembre 2018

Le tre cime del Nebria

Manca poco all'inizio del nuovo anno scolastico e approfittiamo per fare ancora qualche giro infrasettimanale con Gabriele: nella sua lista il monte Nebria compare già da un bel po' di tempo e, avendolo già salito molte volte, so che è alla sua portata. 
Mercoledì mattina partiamo tranquilli, raggiungiamo Ugovizza e entriamo in Val Bruna dove parcheggiamo presso uno stavolo diroccato. Dall'altro lato della strada parte la sterrata che con segnavia 608 attraversa un verdissimo prato per poi inoltrarsi in un bel bosco costeggiato da un piccolo ruscello. 


martedì 4 settembre 2018

domenica 26 agosto 2018

Tiarfin est

Voglia di camminare, voglia di ambienti fuori dalle masse, voglia di silenzi e spazi sconosciuti.
Sfoglio la lista di mete da "fare con Luca" ma l'idea arriva dalle amiche "donnavventura", fresche di salita alla cima est del Tiarfin. 
In zona Casera Razzo ho salito solo il Clapsavon, Luca qualcosa in più, ma il Tiarfin è una meta che manca ad entrambi. Così domenica mattina raggiungiamo Casera Razzo dalle cui stalle giunge a pieno volume "Gnot d'Amor" di Sdrindule e parcheggiamo, incamminandoci poi lungo la strada per intercettare il sentiero 208 che parte poco oltre e s'innalza lungo i prati, immergendosi poi in un bosco umido da recenti piogge.