Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

domenica 21 aprile 2013

Gole di Tolmino e Javorca

Domenica, per inaugurare il nuovo zaino di Gabriele, optiamo per due facili mete in Slovenia: le gole di Tolmino e il santuario di Javorca.
Raggiunta Tolmino, ci destreggiamo tra le strette stradine che portano al parcheggio presso l'ingresso alle gole. Biglietto a metà prezzo in questo periodo, causa lavori di ripristino e manutenzione di alcuni tratti del percorso. 




Seguiamo la strada che ci porta prima ad attraversare una gocciolante galleria e poi il vertiginoso Ponte del Diavolo, che passa alto alto sulla sottostante forra.



E dopo un altro tratto di strada, ecco le scale che, scendendo, portano con un bel sentiero fino a tre arditi "balconi" sulle scroscianti acque del Zadlascica , dove si trova una roccia incastrata tra le pareti del canyon chiamata "Testa d'Orso". Dietro a essa, pittoresche cascatelle saltano di roccia in roccia e per questo motivo il posto ha preso il nome di Skakalce: saltatori.





Ritornati ad un precedente bivio, scendiamo un po' fino ad una bella panchina soleggiata dove ci fermiamo a pranzare e Gabriele può giocare un po' ad "arare" i gradini del sentiero!



Risaliti alla strada, la seguiamo fino ad un tornante, per una veloce visita alla Grotta di Dante (Zadlaska Jama).


All'interno il fondo è scivoloso e per "visitarla" ci vuole attrezzatura adeguata e una guida, perciò facciamo volentieri dietrofront e ritornati all'auto seguiamo la lunga e stretta stradina che in sette (e per la sottoscritta adrenalinici!) chilometri ci porta al parcheggio del santuario di Javorca. Ma per raggiungerlo e suonare la campana ancora un po' di pazienza e cammino. 



E poi eccola là, oltre una bella gradinata, la chiesa commemorativa di SV. Duh (Santo Spirito), che, come recita il volantino, è il più bel monumento della prima guerra mondiale in tutta la regione di Posocje, costruita nel 1916 dai militari della 3° brigata austro-ungarica, in memoria dei compagni caduti. Sulle tavolette in quercia, disposte lungo le pareti della navata, raffiguranti le pagine di un libro, sono incisi a fuoco 2564 nomi. La chiesa ha ricevuto nel 2007 il marchio di patrimonio culturale europeo. (Ulteriori info qui).


Risaliamo la bianca gradinata e raggiunta la campana suoniamo un paio di rintocchi. Gabriele anche più di un paio!!!



Peccato sia chiusa, ma dalle due piccole finestre sulle porte, possiamo ammirarne il bellissimo interno!
Rimaniamo un po' qui, in questa oasi di pace e silenzio, circondati da verde e cime ancora imbiancate, ritornando sui nostri passi solo quando il sole sparisce dietro ad una nuvola e una leggera brezza rinfresca l'aria.




Ma arrivati al parcheggio, ancora un po' di relax sui prati li vicino e una veloce visita ad un bunker che sorge all'ingresso della vicina Planina Polog.




E poi casa, ripercorrendo l'ardita stradina e fermandoci a far merenda a San Pietro al Natisone, nel "paradiso dei golosi" dove con piacere, uno dei clienti, lettore del nostro blog, ci riconosce e ci saluta.
Una giornata semplice, in famiglia, con begli scorci e tanta tranquillità. 

3 commenti:

slow ha detto...

Gabriele è fortissimo, in tutti i sensi :-D
Le gole di Tolmino le conosco ma il Santuario di Javorca è un input interessante.

un saluto ;-)

strega irlandese ha detto...

Nadia la strada che porta al Santuario ci si passa con due auto o è talmente stretta che bisogna tener le dita incrociate dallìinizo alla fine?? mi piacerebbe andarci

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Ciao!!hai detto giusto..è stretta ma di tanto in tanto c'è un piccolo slargo per quando si incrocia un auto che procede in senso opposto...l'importante è beccarlo al momento giusto!!!Per me è stata abbastanza "adrenalinica" perchè eravamo con un'auto grandicella e io ero dalla parte del baratro!!!al ritorno non mi è sembrata tanto terribile..ma forse perchè ero dalla parte della montagna!!!molti la fanno a piedi..ma son 7km!!!ti consiglio di evitare le domeniche..forse trovi più traffico che di sabato.Se vai,sappimi dire come ti è sembrata!! ciao!!! ;)