Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

giovedì 29 maggio 2008

29 maggio 1953

Sono trascorsi 55 anni da quando la cima dell'Everest ricevette come ringraziamento da parte di Edmund Hillary e Tenzing Norgay una croce e dei biscotti e cioccolato. I protagonisti di quell'impresa non ci sono più. Norgay è morto nel 1986 a 72 anni, Hillary è mancato l'11 gennaio di quest'anno, ma hanno lasciato una traccia immortale nella storia dell'alpinismo.

25 anni dopo la loro salita, l'8 maggio 1978 fu la volta di Reinhold Messner e di Peter Habeler scrivere una pagina fondamentale nella storia della montagna, compiendo la prima scalata senza ossigeno.

1 commento:

pietro ha detto...

un pò di storia sta sempre bene.