Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

giovedì 16 maggio 2013

Un mercoledì... di Festa!

Lunedì le previsioni per il fine settimana non sono rosee e il pensiero di passarne un altro senza muoversi mi fa balenare l'idea di fare qualcosina mercoledì, giorno in cui sono casa dal lavoro (solitamente dedicato alle incombenze della casa!) e ultimo giorno bello prima della perturbazione in arrivo!!!!
Diana felicissima risponde subito al mio appello per un po' di compagnia e così mercoledì mattina, dopo esserci date appuntamento a Gemona, puntiamo l'auto verso Interneppo e risalita la strada asfaltata che porta al monte Festa e al monte San Simeone, parcheggiamo nello spiazzo prima del divieto di transito.



               

Ci prepariamo e ci mettiamo subito in marcia, risalendo per un bel po' la strada, fino ad incrociare il primo dei tanti sentieri che tagliano i tornanti e accorciano così i tempi di percorrenza. La giornata è davvero bella, così come gli scorci sul sottostante e azzurrissimo lago di Cavazzo! 
Lo ammiriamo per bene dal pulpito costruito su uno sperone roccioso, da dove oggi si può ammirare anche la pianura fino al mare!!!



Quassù c'ero stata nel settembre del 2003, con mio fratello e amici e da allora molte cose sono cambiate! In meglio, essendoci stati vari ripristini e manutenzioni sia al sentiero che al forte!










E così, accolte dal suono delle campane che annunciano il mezzogiorno, proveniente dai paesini sottostanti, passando attraverso gallerie e fortini, arriviamo in vetta al soleggiato e panoramico monte Festa!
E oggi è davvero uno spettacolo da quassù!







Sedute sul piazzale sommitale, che altro non è che il soffitto del fortino, scattiamo foto e pranziamo, godendoci questa soleggiata e calda giornata prima delle abbondanti piogge previste per i prossimi giorni!!!
E dopo una visita anche alla "batteria scoperta", iniziamo la discesa optando questa volta di percorrere la lunga strada militare che lentamente ci riporterà al punto dove abbiamo lasciato l'auto.





E poi via di corsa verso casa, che c'è un Alpinfrut da ritirare all'asilo!!!  
Missione Festa, compiuta!


6 commenti:

bruno ha detto...

Questo non l'ho ancora salito, penso che in una bella giornata invernale (o una bella giornata primaverile) possa essere una mèta da tenere in considerazione. Nessun problema di perdita (o allungamenti non richiesti) oggi, o per meglio dire ieri? Eheheh, ciao-

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Ciao Bruno,se sapevo ti facevo un fischio!niente allungamenti o perdite..più o meno..la strada in discesa era bella lunga e se non fosse stato per mia cognata che si è offerta di andare a prendere Gabriele all'asilo, sarei arrivata in ritardo!!!
;)

bruno ha detto...

Purtroppo siamo costretti a convivere con gli orari. Quando ho mezza giornata libera vado a fare giri in bici e spesso e volentieri mi tocca tenere la media più alta di quello che vorrei proprio perchè il tempo è tiranno. E purtroppo mercoledì avevo solo mezza giornata libera, ciao

Flavio (frivoloamilano) ha detto...

E' bella la possibilità di avere giorni infrasettimanali liberi...con questi fine settimana!!!
Sempre una escursione gradevole sennò che Festa sarebbe!

ciao, ;-)

montagne sottosopra ha detto...

Ci siamo stati il 25 aprile e devo dire che è stata una vera sorpresa. Saliti e scesi per il sentiero..... Mandi
Luca e Marisa

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Ciao Flavio e Luca,avevo visto i vostri racconti e foto e mi avevate messo gola di tornare su a vedere tutto quanto è stato fatto negli ultimi tempi!! e devo dire, davvero un bel lavoro!!se poi si riesce ad approfittare anche di un giorno infrasettimanale e a trovare compagnia per il giro,visti gli ultimi fine settimana "perturbati"...direi che è super!
Ciaoooo a voi e alle Marise!!!