Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

giovedì 21 gennaio 2016

Punta Bella Mont

Si trova lì, stretta nell'abbraccio rassicurante dell' Arvenis e del Dauda.
Piccola, snobbata, se messa a confronto con le sue vicine: ma ugualmente "cima", anzi no, "punta"!
Dalla Malga Meleit poi, appare pure slanciata!


Saliamo verso di lei, coperta solo da una spolverata di neve, sotto il bel sole che, mantenendo la promessa data, ci accompagna anche oggi. 








Con noi, dopo tanto tempo, anche Ilaria! 
La cima arrotondata non ha simboli, ma merita una foto di vetta!



Il panorama, già bello da qui si amplia ulteriormente da un'altura li vicino: senza nome, però con croce di vetta! Ad una il nome, all'altra il simbolo... e son entrambe contente! Di sicuro lo siamo noi, che con questa semplice escursione, possiamo godere di splendidi panorami!




Sul crinale tira un fresco venticello, ma poco più giù, sul pendio erboso rivolto a sud, c'è tutto il "caldo" che ci basta per pranzare e chiacchierare.




 Lo sguardo vola lontano.... nuove mete si avvicinano!

2 commenti:

Luca De Ronch ha detto...

confermo che è un bel posticino, l'abbiamo visto dal monte Vas !

Nadia l'Alpingirl ha detto...

E noi dal Diverdalce!!! Ciao Luca!!!