Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

lunedì 31 ottobre 2011

Tramonto di gruppo sul Flagjel

Dopo l'alba sul Cuarnan, un tramonto ci voleva proprio!
Con una lunghissima serie di sms propongo l'uscita agli amici montanari e fissiamo l'incontro per sabato al Cuel di Forchia per le 15:00. Faremo la traversata del Cuar e raggiungeremo il Flagjel in tempo per il tramonto.




Luca si offre di preparare per tutti una bella pastasciutta al nostro ritorno, aiutato da Claudio che si "sacrifica" volentieri pur di non sgobbare in mont con noi.
Chiara passa a prendere me ed Enrica e raggiunto Dignano, saliamo in auto con Andrea e Stefania. Sfrecciamo veloci verso Monteprat e alle 15:10 siamo al Cuel di Forchia: Ilaria, Alessandro e Diana ci sono, mancano Elena, Giovanni e Meggie che con un po' di ritardo ci raggiungono su per il sentiero che taglia i tornanti della sterrata. 





Ricompattato il gruppo e raggiunta la strada sterrata due uomini seduti sulla panchina ci riprendono son un perentorio "sono queste le ore di andare in giro in montagna?". Con un "si, se si vuol andare a vedere un tramonto!" li rimettiamo subito al loro posto e proseguiamo verso il bivio con il sentiero che ripidamente sale la dorsale del Cuar. I colori caldi dell'autunno tingono il bosco del vicino Covria, e la vista si apre verso Gemona e la pianura, dove attraverso una leggera foschia s'intravede il mare. 





Verso est, nonostante le calde temperature di questi giorni, la neve resiste sulla cima del Canin. Chiacchierando allegramente saliamo tranquilli e senza accorgerci siamo gia in vista della Madonnina. La foschia copre come un lenzuolo la pianura mentre il sole lentamente scende in uno splendido cielo azzurro e terso. 




Dopo aver firmato il libro di vetta e aver lasciato la Madonnina dorata a vegliare col suo sguardo benevolo sulla pianura, raggiungiamo la campana e facciamo una foto di gruppo. 







Iniziamo così a scendere il crinale occidentale e risalito il successivo pendio del Cuel dai Poz ci accorgiamo che il sole ha accelerato il passo: acceleriamo anche noi, scendendo velocemente tra zolle ed erba, risalendo affannosamente il boschetto del Flagjel sotto lo sguardo curioso di un gruppetto di cavalli che ci osserva da dietro un cespuglio, in una gara contro il tempo....o in questo caso contro il Sole....nella speranza di raggiungerne la cima, in tempo per ammirare il tramonto.






Ce la facciamo a pelo....giusto in tempo per vedere l'ultima parte del sole scomparire dietro le cime, lasciandoci avvolti dai caldi colori del tramonto che tingono il cielo d'arancio e rosso e i ciuffi di nuvole sopra il Canin di rosa. 









Dallo zaino di Ilaria escono vassoi colmi di torta in tranci e Alessandro, armato di fornello, ci riscalda con uno speziato Vin Brulè. Anche la cagnolina Meggie festeggia con un "succulento" cranio trovato nei paraggi!




Un bicchiere di spumante e brindiamo tutti a questa bella uscita, mentre il buio lentamente ci avvolge e le luci della pianura si accendono.



Le stelle fanno capolino mentre accese le frontali ripercorriamo, questa volta lentamente, il sentiero dell'andata, sotto lo sguardo ammiccante del primo quarto di Luna. Risalito il Cuel dai Poz, caliamo giù verso la malga Cuar e imboccata la sterrata ritorniamo al Cuel di Forchia. 







Sono le 21:00 e avvisato l'Alpinauta del nostro tremendo ritardo, sfrecciamo giù per i tornanti con Andrea che sembra Schumacher da giovane sulla pista Monte Prat-Forgaria!
Arriviamo a Codroipo alle 22:00 e chef e aiutante ci attendono "felici" alla finestra. Tra chiacchiere e risate concludiamo la giornata attorno ad una bella tavolata, con una gustosa pastasciutta e con i buonissimi dolci di Stefania ed Elena.
Nonostante l'impegno iniziale per mettere tutti d'accordo, un uscita di gruppo ben riuscita!             

3 commenti:

Anonimo ha detto...

bell'uscita e ottima compagnia...
decisamente ben riuscita!!!
complimenti ad ogranizzatori e cuochi!!!
mandi da maggie, elena e giovanni

frivoloamilano ha detto...

Bellissima idea! Colori e luce particolare che solo un tramonto può dare.

ciao ;-)

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Grazie Maggie Bau,Elena e Giovanni per la vostra compagnia!
E grazie Flavio...tramonti e albe sono unici!