Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

sabato 13 giugno 2009

Oro verde

Venerdì mattina il cielo e limpido. Un cielo azzurro e un'arietta fresca mi accompagnano nella Contea depressa di Sedegliano. Noto una mattiniera passeggiatrice all'ombra di una albero, con un insolito bagaglio... La carico in auto e le sue parole sono "caffettino da Missana?" Yes Sir!
Ivana entra con fare sicuro nel bar e la banconiera le rivolge la parola "Toh! In giro anche infrasettimanale?"
Tipa conosciuta pare.
Mauro risponde tranquillo "Siamo in missione!" come a giustificarsi.
Risaliamo in macchina e pianifichiamo la missione "Oro Verde". Partiremo da xxx e attraverso il passo xyz arriveremo a nord di xxxyyy, e li troveremo il nostro oro. Altro che Capitan Findus e i sofficini!!
Iniziamo la raccolta con un occhio al terreno e uno alle spalle, non si sa mai chi si incontra nei boschi!
A un certo punto devo alzarmi e volgere lo sguardo al cielo, i miei occhi vedono solo radic di mont, tanto c'è ne che sembra seminato!!
In silenzio proseguiamo la raccolta, e il pensiero vola alla pastasciutta che condiremo con le foglie e al sottolio a cui è destinato il gambo!

Dopo un'oretta di raccolta siamo soddisfatti e torniamo alla xxx dove ci premiamo con una birretta!

4 commenti:

carlo de Ts ha detto...

xxx, xyz... delinquenti!! quanti quintali eh???
ma un vasetto per me ci vien fuori no?

Antonella ha detto...

ah ah ah Povero Carlo, ma voi de ts sti possti di solito li conoscete tutti!!!!

Piero ha detto...

dò ragione all'Alpinauta, certi segreti van tenuti ben stretti

Francesca ha detto...

Ah invidia! :-)