Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

sabato 31 gennaio 2015

Esplorando fuori porta...da Somp Cornino al monte Pedroc

Giri da esplorare, da depennare dalla lunga lista.
Sentieri scovati sulle cartine, da "andare a dare un occhiata" quando non si ha molto tempo libero e gli impegni chiamano casa.
Mercoledì è un giorno di questi e con Barbara decido di eliminarne uno "fuori porta", per modo di dire. Il ritrovo a Tiveriacco è fissato per le nove e imboccata la strada che porta a Somp Cornino raggiungiamo il punto di partenza, in via della Resistenza. Il cartello indica l'inizio del sentiero 817 e noi partiamo tranquille, in questa giornata soleggiata che sa tanto di primavera!! 


Certo, da domani le temperature subiranno un brusco calo, perciò cattureremo più raggi solari possibili, scorta indispensabile per resistere alle future giornate fredde e grigie!!! Il sentiero più avanti si biforca e noi prendiamo il ramo di sinistra, mentre l'altro sarà per il nostro ritorno.


Il sentiero Ciuc da la Pale non sembra molto frequentato e dobbiamo stare attente nella boscaglia a seguire i bolli rossi, che ci conducono ripidamente in alto, fino ad oltrepassare una fiumana ghiaiosa dove la vista può spaziare sul luccicante fiume Tagliamento e la pianura,avvolta nella foschia.


Sopra di noi, nel cielo azzurro, decine di grifoni volteggiano sull'altopiano di Monte Prat, la nostra meta, assieme alla piccola cima del monte Pedroc.



Due ore dopo siamo sulla strada che da Monte Prat porta a Ledrania e ne seguiamo un tratto, per poi puntare verso gli stavoli Somp la Pale, dove, prima di raggiungerli, costeggiando il recinto di una proprietà privata, puntiamo a caso verso la cima del monte Pedroc. 




La raggiungiamo dopo una breve lotta con le ramaglie del boschetto che la circonda e veniamo accolte da una signora intenta a far legna con il marito e due simpatici arzilli escursionisti, le cui battute sono tutto un programma!!! Ci dicono di far parte di una compagnia di altre 17 persone diretta alla Cima Pala e che loro due si "sono persi" e sono finiti su questa cima: "noi" siamo una bella scusa per giustificare questo errore e a turno si fanno fotografare con le "belle donnine" che hanno incontrato quassù!! Sono proprio divertenti e noi ci prestiamo volentieri alla loro causa e dopo averci ricambiato il favore della foto di vetta, ci salutano per andare ad intercettare i loro amici.


Ancora sorridenti alle loro comiche ci sediamo sul prato e pranziamo, ammirando la bella vista che si gode da questa piccola e anonima cima.






La signora e suo marito ci invitano a scendere presso il loro stavolo quando vogliamo fare ritorno e dopo un oretta a goderci il sole seguiamo il sentierino nella boscaglia, per poi scendere sui prati dietro il loro stavolo, ammirando la bellissima dorsale del Cuar-Flagjel! Escono a salutarci e a raccomandarci di tornare quassù che è bello: come dargli torto, la gentilezza qui è davvero di casa, l'avevo già appurato tempo fa.


Ritornate alla strada, la seguiamo fino alle prime case del bucolico borgo di Ledrania e poi prendiamo un sentierino che ci porta prima alle case sottostanti del borgo, poi presso la grande croce di Somp il Ciuc. Da qui, seguendo una bella mulattiera gradinata, scendiamo di nuovo a Somp Cornino.





Non sono nemmeno le 15:00 e pienamente soddisfatte possiamo tornarcene ai nostri impegni casalinghi!!
Missione compiuta e giro depennato!

4 commenti:

Luca l'Alpinauta ha detto...

eh! queste donninealpine prese a scusa!!!
bel giretto alpinfemine

Luca De Ronch ha detto...

Non molto tempo fa siam stati su Cima Pala e al ritorno siam passati per Ledrania......... bei posti! se non ricordo male ho visto dove sbuca il sentiero per Somp Cornino, mi ricordo di un pulpito con una croce !

Flavio Molinaro ha detto...

C'è chi depenna e chi...aggiunge alla lista!!!!

ciao ;-)

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Grazie Amorù: se ci fossi stato tu i due arzilli omenetti non avrebbero osato avvicinarsi....paura dell'orso!!!

Ciao Luca,si,quello del pulpito con la croce è il sentiero che porta a Ledrania dal fondovalle...è davvero bello e ben tenuto,lo consiglio!

Ciao Flavio...aggiungi,aggiungi!!! :D