Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

sabato 23 agosto 2014

Falkert Spitze

Verdi pendii assolati, sotto un cielo azzurro punteggiato da bianche nuvolette, accolgono il nostro arrivo alla Heidi Alm. La coreografia giusta!
Solo qualche impianto di skilift deturpa un po' il paesaggio... e un po' di affollamento turistico domenicale! Ma presto questi saranno alle nostre spalle come, speriamo, i giorni passati di pioggia! Siamo in pieno agosto ma fa freschetto, mentre imboccato il sentiero 159 saliamo verso la nostra prima meta di queste ferie a Bad Kleinkircheeim: la Falkert spitze.



Piano piano il Falkertsee sbuca da dietro l'Heidi Hotel che inizialmente lo nascondeva alla nostra vista: i riflessi del sole gli fanno cambiare colore e Gabriele ci bombarda di domande sulla sua profondità nelle varie tonalità che lo caratterizzano. Saliamo piano, senza premura, tra ciuffi di mirtilli e rododendri, costeggiando il suo lato dirupato, dove sale una ferrata per i più temerari!


Protetti da un largo muretto a secco, gettiamo lo sguardo giù e poi proseguiamo, verso quella grande croce di vetta che da adesso in poi ammalia la vista!



Tre simpatiche caprette (saranno mica quelle di Heidi???) accolgono gli escursionisti sulla cima e si fanno pure fotografare sorridenti!!! Tutt'attorno un mare di cime verdi ondulate che c'invogliano mentalmente a tornare e tornare, per salirle tutte!!!




Dopo la classica foto di vetta e la firma sul libro (sig!...il timbro se lo son portati via!!!) ci sediamo in disparte e pranziamo, mentre pian piano la cima si spopola e possiamo godercela in completa tranquillità.




Passiamo un po' di tempo quassù, cercando le cime lontane segnate sulla rosa dei monti, ma il venticello fresco c'invita a scendere e noi ubbidiamo, questa volta scegliendo il sentiero che ci porterà prima alla Hundsfald Scharte e poi a scendere per prati fino al punto di partenza, chiudendo ad anello il percorso.



Una passeggiata in riva al lago ci fa scoprire, preannunciata da un simpatico cartello, la Heidi Kinder Klettersteig, una breve via ferrata per bambini con tanto di "volo" finale che tramite un cavo sospeso, li riporta direttamente nel giardino dell'hotel!!! Chissà quanti adulti vorrebbero percorrerla al loro posto!!!




Un paio di foto con dei giganti Peter e Heidi e possiamo andare a cercare l'hotel dove pernotteremo.


Bad Kleinkircheeim, famosa per le sue terme, ci aspetta: ma per noi solo cime in programma per i prossimi giorni!! Intanto la prima l'abbiamo salita!

3 commenti:

Luca De Ronch ha detto...

qui ci siam stati, poi abbiamo quel giorno abbiamo percorso la bella Nockalmstrasse

Flavio Molinaro ha detto...

Spa/Wellness? no! Mountains wellness ;-))
Però questi Austriaci...ci sanno fare!

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Ciao Luca,noi l'abbiamo percorsa il giorno dopo,salendo anche due belle cimette...e mangiando una buonissima kaiserschmarren presso la malga Zechner Alm!!!Bellissima zona!!!

Sì Flavio,ci sanno fare parecchio!!!ce n'è per tutti i gusti!!! Ormai abbiamo fatto firma là!