Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

martedì 30 settembre 2014

Dòbis

I segni dell'autunno non sono ancora iniziati qui: le fronde degli alberi sono ancora verdi, sembra quasi primavera! L'estate si è vista e sentita poco quest'anno, ma oggi è una bella giornata e al fresco della faggeta si sta proprio bene, mentre seguiamo i divertenti bolli gialli stampati sugli alberi! 



Faccini sorridenti, faccini perplessi, faccini felici si alternano a seconda del tratto di sentiero che si sta percorrendo e Gabriele si diverte a imitarli. 





Diana lo intrattiene mostrandogli i vari funghi che sbucano dal soffice tappeto di foglie sotto i nostri piedi: ce ne sono di tanti tipi, alcuni anche "fumanti"!! Basta toccarli e... puff... esce il fumo dal camino!! 


Una mezz'oretta di cammino e poi eccola, la cima! Una cima che dal basso è insignificante, ma che dal suo piccolo apice ci sorprende con un esteso panorama sulla conca Tolmezzina! 



E chi se lo aspettava così bello? Certo, la foschia oggi lo rovina leggermente, ma poco importa, quando stesi sul prato si sta da Dio!!!





Soffia una leggera brezzolina, ma i caldi raggi del sole oggi sono generosi e noi ci crogioliamo qui per due ore! Non abbiamo premura: la meta è stata scelta apposta semplice, breve, vicina. Ogni tanto bisogna rallentare, specie quando la vita ce lo impone: le mete non mancano, anche in questi periodi, basta cercare. E il Dòbis non ci ha delusi!!!

4 commenti:

Luca De Ronch ha detto...

Hai ragione Nadia, ogni tanto bisogna rallentare. Fortunatamente abbiamo a disposizione queste cime che riempiono anche queste giornate.

Nadia l'Alpingirl ha detto...

E ce ne sono altre in zona! Questa cimetta è stata una bella sorpresa..alla fine rallentare non è un male...basta non fermarsi!! Ciao Luca!!!

Flavio Molinaro ha detto...

Sono andato a sbirciare sul web ed in effetti in zona ci sono tante mete giuste per quando, senza l'ora legale, le giornate saranno cortissime. Grazie Nadia, fonte inesauribile di informazioni ;-)))

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Ciao Flavio, l'altopiano di Curiedi è davvero bello.Avevamo già fatto il Duron,il Cuar,in parte il Vas e il Dauda da quì. Manca il Diverdalce! In lista pure quello!