Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

lunedì 22 settembre 2008

Marathon climbing

Dopo essere stata rinviata per le condizioni meteo finalmente giungeva l'ora della Marathon Climbing alla falesia del Monte Strabùt."L' Orso-Alpinauta, che già sentiva già l'approssimarsi dell'autunno e del dolce letargo nel caldo giaciglio, optava per un comodo risveglio, una comoda colazione e un comodo arrivo al meeting, dopo aver portato, sempre comodamente, Nicolino dal Darione, nell'Impero di Goricizza; d'altro canto già nei propositi proclamati inventandosi Rimpinant Ator assieme ai DorigoClimbingBrothers aveva bandito la frenesia della gara a favore del piacere di stare assieme, quindi il tutto aveva una logica lapidea!".
Un domani dovessi scrivere un romanzo sul circuito potrebbe essere un buon inizio, ma intanto mi limito al racconto di una bella giornata, passata arrampicando.
Bepi e gli altri si davano appuntamento alle otto e mezza in piazza, per poi salire a Tolmezzo con calma e con una sosta per la colazione di gruppo, io me la prendevo ancora più comoda e puntavo la sveglia verso quell'ora. Dopo aver lasciato Nik dai miei, alle prese con la "montagna" di compiti, io e Nadia ci dirigevamo verso lo Strabut, sorbendoci il traffico dei domenicali di metà mattina: svegliarsi un pò più tardi ha i suoi vantaggi in termini di sonno, ma anche i suoi svantaggi in termini di traffico!
Arriviamo in falesia e troviamo un sorridente e placido Albino che ci accoglie all'iscrizione: "Dai che almeno il tempo è buono!". Incrociamo suo fratello Gianni e ci complimentiamo per aver passato gli esami di Aspirante Guida, e constatiamo che è già all'opera con i nipoti.
Sbrigate le formalità ci prepariamo e andiamo in cerca dei nostri amici Orsi scoprendo che sono in buon numero: Bepi, Jeannette, Roberto, Loris, Federico, Tiziano, Big Roberto e Silvan, il Cimenton e Alessio erano gia all'opera sulla roccia dello Strabùt!
Aspettando il nostro turno sulla via che stan salendo Loris e Tiziano, per sgranchirci un pò iniziamo con la "4" salvo poi deviare su un'invitante vietta a buchi e reglette... per iniziare però un 6b non è il massimo!
A tre spit dalla catena mi pianto!
"OK Nadia, cala! Riprovo dopo!"
Nel frattempo il 5b di Loris è libero e iniziamo con calma a far punti. Tra una chiacchiera e l'altra il tempo passa, le dita stringono appigli, le corde scorrono nei rinvii e l'atmosfera è piacevole e rilassata. Tutta la falesia brulica di magliette blu, e dal prato sale la musica e il profumo di salsiccia!!
E con l'aiuto dei profumi della cucina, con i consigli di chi stà 30 metri più in basso, "c'è un buchetto, un britùlut sulla destra, fuori dallo strapiombo", alla fine riusciamo a chiudere pure il 6b! Punti su punti! E dita spellate!!
"Ancora una vietta e andiamo a mangiare" è il pensiero di molti.
Scendiamo al chiosco degli Orinabuoi per birra e panino e il sole lascia il posto alle nuvole e all'arietta frizzante. Di fronte, al di là della strada, l'Amariana si mette il cappello, e l'aria da frizzante inizia a diventare fresca.
Ripartiamo con un 6a per scaldarci (nel vero senso della parola) ma il vento è fastidioso nel settore basso.
Il tempo è passato in fretta e son quasi le cinque, saliamo al settore alto dove raggiungiamo gli altri, impegnati sugli ultimi tiri, dal piazzale arriva il fischio di Albino che mette fine al meeting. Pian piano scendiamo tutti a consegnare i punteggi, e mentre al tavolo dei giudici si fanno i conteggi si ripone il materiale e si trova il tempo per una birra in compagnia.Giunge l'ora della classifica finale: gli Orsi-Alpinauti chiudono al tredicesimo posto!
Aspettiamo la lotteria e poi salutiamo tutti gli amici del meeting, c'è un fusto di bionda da finire e dopo le fatiche sui gradi francesi, si passa alle fatiche sui gradi... alcolici!!!
Mentre torniamo verso casa mi fa piacere sentire come Nadia ha vissuto la giornata: arrampicando senza frenesia tra amici, in un'atmosfera rilassata e cordiale!
Bene! Vuol dire che abbiamo visto giusto!


9 commenti:

carlo de ts ha detto...

finalmente! avete fatto la marathon verticale! ma quanti tiri sono 42 km????
ah! ah!
belle foto, anche sugli altri due blog!
ciao

carlo de ts ha detto...

bella la wild climber!

sofia77 ha detto...

sempre piu girl power!!
Nadia ma quanto forte sei??
Bella la maglietta! ne posso avere una??
se non lavoro a san simone vengo a trovarvi

Piero e Marta ha detto...

ah ecco cos'era tutta quella gente. domenica pomeriggio son salito a san floriano da illegio e avavo visto movimento.
bella manifestazione direi, non ne ero a conoscenza, aperte che non arrampico , quindi...
complimenti per il piazzamento,

Maya ha detto...

Orso Alpinauta avete visto giusto in tutti i sensi! Una giornata vittoriosa, sia per il piazzamento sia per l'armonia! Bravi! Che potenza Nadia.

marco strazzer ha detto...

ben Luca, son contento siate riusciti a creare questa manifestazione.
Gran Finale a Codroipo allora

annarita ha detto...

ma tu ses une frute Nadia! la wild climb Nadia!!
vi invidio, avrei voluto fare il corso roccia a cividale, ma l'allora fidanzato e ora marito (pauroso) mi dissuase! e ora mi pento, ma non inizierei adesso
ciao. dove la prossima?

ilenia de ts ha detto...

Ciao ti ricordi di me? magari se ti dico come mi chiamo dirai tu. Sono Ilenia, la sorella del triestino transfugo. bel blog Luca, mi ha detto Carlo che avevi aperto un blog da poco... quasi un anno. ma sai anche tu che cayo è lento.. ah ah carlo il bradipo!
Bello, bello, bello, tu e nadia scrivete bene! Mi raccomando Nadia tienlo bastonato! che coi climbers si fa cosi!!! senno il mio Giacomo non lo domo!
ma quanto scrivo? come quanto parlo?? ciao
a quando venite in rosandra, o in giro per le giulie. o apro un blog e venite a trovarmi.
ciao

Anonimo ha detto...

Caro Luca,
belle le foto e molto gradevole il resoconto della giornata che rende molto bene l'idea di ciò che è stato.
Ecco, diciamo che io non potrei unirmi alle vs. fatiche sui gradi francesi, ma su quelle dei gradi alcolici...bè, dai, un pò me la cavo!
Un abbraccio e divertitevi questo weekend!
Eugenio