Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l'uomo più devoto quanto la solitudine d'un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti
Julius Kugy

giovedì 3 dicembre 2015

Nella forra della Venzonassa

Un mercoledì "nuvoloso".
L'occasione giusta per "tuffarci" in un itinerario decisamente a bassa quota: la forra della Venzonassa ci accoglie "fresca" di nevicata e anche di temperatura!
E ci saprà sorprendere, con il suo percorso in cengia, con le sue acque cristalline, con i suoi silenzi.



























3 commenti:

Luca De Ronch ha detto...

poche parole.... e cresce la curiosità !

Nadia l'Alpingirl ha detto...

Un itinerario che va solo vissuto personalmente... ho lasciato parlare le foto. ;)
Ciao Luca

Anonimo ha detto...

...itinerario intimista, molto bello!
Mi piacciono moltissimo questi ambienti, specialmente nelle stagioni intermedie e con quel poco di neve ad accentuare il loro naturale languore...lo scorrere del torrente fa il resto. Percorso da camminare, osservare, ascoltare: come sempre, bella scelta, Alpinauti!
ciao, lauretta